ESCURSIONI

Venezia

Tizé Village Venezia
Venezia

Venezia fu per più di un millennio capitale della Repubblica di Venezia e conosciuta come la Serenissima, la Dominante e la Regina dell’Adriatico. Venezia vista dall’alto ha l’aspetto di un pesce, con la coda rivolta verso est.
Il cuore della città di Venezia è Piazza San Marco, con la sua Basilica colorata d’oro e rivestita da mosaici che raccontano la storia della città, assieme ai meravigliosi bassorilievi che raffigurano i mesi dell’anno.
Simboli famosi di Venezia sono il campanile di S. Marco, il Palazzo Ducale, il Ponte di Rialto. Venezia è raggiungibile in circa 40 minuti in auto.

Chioggia

Chioggia
Chioggia

Chioggia è nota per il suo porto, per la pesca, per la cucina e per le sue calli, campi, palazzi e canali molto simili a quelli di Venezia. Il canale principale è il Canal Vena, attraversato da nove ponti, tra i quali il più importante è il Ponte Vigo. Famosi sono il mercato rionale ogni giovedì del mese , il Palio della Marciliana il terzo weekend di giugno e la Sagra del Pesce in luglio. Chioggia è raggiungibile in circa 15 minuti in auto.

Padova

Basilica Sant Antonio da Padova
Basilica Sant Antonio da Padova

Padova è sede di una prestigiosa ed antica università, vanta numerose testimonianze di un glorioso passato culturale ed artistico, che la rendono meta di turisti da ogni parte del mondo.
Padova conserva uno dei più straordinari e rivoluzionari capolavori dell’arte medievale, la Cappella degli Scrovegni, illustrata agli inizi del Trecento da Giotto.
È universalmente nota anche come la città di sant’Antonio, il famoso francescano portoghese, i suoi resti sono conservati nella Basilica di Sant’Antonio, meta di numerosi pellegrini da tutto il mondo e uno dei monumenti principali della città.
Curiosità: La bisbetica domata, commedia di William Shakespeare, è ambientata a Padova. E’ raggiungibile in circa 50 minuti in auto.

Ferrara

Castello Estense Ferrara
Castello Estense Ferrara

Ferrara e’ una città da vivere passeggiando tra le sue vie, raccogliendo e scoprendo, ad ogni angolo, il suo carattere di magnifica capitale del Rinascimento. Le memorie storiche accompagnano il visitatore ovunque egli vada, nei palazzi sontuosi come nelle viuzze medievali, per esplodere una volta all’anno nei colori e negli antichi suoni del palio di S.Giorgio. Città d’acqua, disegnata nei secoli dal Po, Ferrara resta molto legata e influenzata dal suo fiume, regalando al turista con qualche giorno in piu’ di tempo, il parco del Delta del Po, tra i piu’ particolari e unici d’Europa.Un’atmosfera tutta particolare si può cogliere nel centro, sotto la protezione delle torri del castello ad un passo dalla magnifica Cattedrale, in un silenzio interrotto solo dal fruscio delle biciclette che, in questa città regnano incontrastate; oppure nei tanti giardini piccoli e grandi, nei chiostri e nei cortili dove il silenzio si interrompe solamente dai concerti organizzati dalla promozione turistica e il comune di Ferrara che sono sempre molto attivi in queste manifestazioni. Ancora sempre dalla musica, nasce la festa dei buskers, i cui ritmi invadono per sette giorni le piazze e le strade, in Agosto, attirando turisti da tutt’Europa.

Il Polesine

Polesine Tizé Village
Polesine

Scoprire il Polesine significa fare un viaggio inedito, fuori dai soliti schemi, dalle solite mete, dagli itinerari consolidati. E’ un po’ un‘avventura che lascia un segno forte e indelebile in chi ne è protagonista. Qui c’è talmente tanto – in termini di arte, cultura, natura, ambiente – che non basta un solo viaggio di pochi giorni per scoprire tutto!

L’invito ai visitatori è quindi di individuare i percorsi/itinerari suggeriti e mirati alla conoscenza di un particolare aspetto, magari mixando soluzioni diverse, per vivere differenti esperienze.

Ma è anche bello e interessante lasciare qualcosa al caso: in ogni angolo è possibile infatti trovare un elemento, uno scorcio, un particolare, una sfumatura da portare con sé, da segnare nell’album dei ricordi. Qui, in Polesine, è possibile.

 

www.polesineterratraduefiumi.it

Camerini Scardovari

Polesine Camerini Sacca Scardovari
Polesine Camerini Sacca Scardovari

Il primo tratto di questa escursione, percorrendo la sommità arginale dall’abitato di Porto Tolle al Ponte di Ca’ Dolfin, consente una visione elevata della vasta planarità della campagna del Delta: da un lato i campi coltivati secondo rigide geometrie disegnate dai canali di irrigazione, dall’altro il Po di Venezia, fiume ormai divenuto pensile, con prevalenze idrauliche dell’ordine di qualche metro sulla campagna circostante ben visibile anche a occhio nudo. L’isola di Polesine Camerini è percorribile perimetralmente quasi per intero stando sulle sommità arginali che la circondano. Di grande interesse naturalistico è il tratto che percorre l’ansa rettificata di Volta Vaccari e nella parte meridionale le lagune di Busa del Canarin e Busa Bastimento, vaste distese di canneti con prestigiose presenze di specie ornitiche rare ed eleganti, segni di un territorio in rapida mutazione, scanni, barene, ghebi e bonelli, figli di quell’epico costante scontro-incontro tra fiume e mare. Tornando sulla provinciale, l’escursione prosegue verso angoli sempre più suggestivi: gli abitati di Scardovari, e Bonelli con le case dei pescatori, che nelle forme più tradizionali, con i colori vivaci ed i loro camini a dado sembrano messe lì appositamente per essere fotografate.